STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
I due e la doccia abbronzanteIl mio addio al nubilatonarcisoLa casetta di campagnala donna del frantoioSerena 2ciò provato in treno...da davidel'amico di mamma...
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Che fatica gli esercizi in palestra....
Ciao a tutti, come avevo promeso nel racconto precedente (il mio ragazzo, un'amante e... un grosso problema) eccomi di nuovo qui a rccontarvi le mie esperienze. Prima però vorrei dire qualche cosa a tutti quelli che hanno lascito dei commenti nelle storia precedente: Alcuni di voi dicono che ho scritto delle bugie.. bene, allora perchè avete letto la storia? e poi un ultima cosa, per gin87. Grazie per il consiglio, ma mi diverto molto di più così, anzi se mi lasci la tua e-mail posso farti conoscere un ragazzo che mi fa godere come nessun altro... magari capisci molte cose... non proprio bello, ma scopa come un fenomeno!!!! Detto questo possiamo incominciare la storia,anche questa risale a qualche anno fa, infatti avevo solo diciotto anni; a quel tempo frequentavo una palestra a Viale Somalia, vicina a casa mia; perchè volevo rassodare per bene il mio fisico in modo da poter far girare la testa a più uomini possibili.In un pomeriggio abbastanza afoso,nel Giugno del 2003 entro dalla porta d'ingresso come al solito e mi diriggo verso gli spogliatoi; noto immediatamente i due istruttori, belli e fisicamente prestanti, poi entro nel camerino e mi cambio.Ero da sola, infatti alle due del pomeriggio di un caldissimo giugno la palestra era completamente deserta, mi spoglio: togliendomi prima la maglietta attillata, il regiseno, i jeans, le scarpe e le autoreggenti rosse, m'infilo un paio di calzini bianchi; poi mi fermo a guardarmi davanti allo specchio, la mia immagine mi piace e mi eccito, così incomincio a masturbarmi. Poco dopo però smetto, in quanto avevo paura che arrivasse qualcuno, così mi metto il mio body nero molto attillato, le scarpe da ginnastica ed esco in sala.Come detto vista l'ora ed il caldo la sala era completamente vuota ed i due istruttori erano seduti dietro ad un tavolino e mi guardavano. Incomincio a fare gli esercizi e mi metto a fare i piegamenti i schiena proprio sotto al loro naso, in modo che potessero vedere bene il mio culetto. Intanto che proseguo con l'esercizio scolto i loro comenti:"Ammazza che bel culo che ha Francesca, tu che gli faresti?" e l'altro risponde:"Guarda dal primo giorno che ha messo piede in palestra ho avuto voglia di rompergli il culo!". "Si anch'io, vorrei incularmela, finchè non mi dice piangendo dal dolore, no basta,pietà!", e scoppiano entrambi a ridere. A quel punto smetto di fare gli esercizi e mi avvicino a loro sorridendo, li guardo e gli dico:"Ragazzi, se avete così tanta voglia di romprmi il culo, perchè non lo fate?". Loro si guardano stupiti, poi mi prendono in braccio, tenendomi con una mano, aiutata dal braccio le cosce ed il sedere, mentre con l'altra la schiena. Io sorridendo e con una voce leggermente maliziosa, in modo da fargli capire che la mia era solo una negazione di facciat gli dico:"Ma no ragazzi, che cosa fate? Dai io scherzavo... non avete visto che sono fidanzata?". Loro mi risposero:"Non ce ne frega un cazzo, questa palestra è frequentata da molti tuo compagni e spesso ci raccontano come si divertono con te,e di come te ne freghi del tuo cornuto...". Inizialmente arrosisco un po, ma poi l'imbarazzo passa ed anzi, sono contenta, perchè finalmente ho l'opportunità per scopare ancora. Intanto mi mettono sopra il macchinario per fare gli esercizi ai polpacci, mi tolgono le scarpe e mi sbottonano l'unico bottone del mio body, che si trovava in mezzo alle mie cosce, me lo sfilano e rimango completamente nuda. il primo ragazzo, Giammaria, mi bacia il seno e mi lecca i capezzoli, mentre Alessio inizia a leccarmi la figa. inizio a godere sommessamente, con qualche mugolio:"MMMM si si dai". poi mi fanno scendere dal macchinario e mi fanno ingiocchiare, una volta così, mi mettono nelle mani i loro membri, di una grandezza normale, nulla di sorprendente e si fanno segare. "Dai porca mi fai godre, continua dai" "Si mi fai morire!" e più loro mi dicevano così, più m'insultavano e mi sottomettevano e più velocemente e meglio li segavo, così ben presto mi sborrano sul viso e ne vado alla ricerca a bocca aperta. Dopo qualche minuto, quando si sono ripresi ed io mi sono pulita Alessio mi dice:"Mettiti a pecora che t'inculiamo uno per volta". Io mi ci metto subito e Alessio è il primo a penetrare il mio culo già abbastanza accogliente, viste tutte le altre esperienze. Ho un sussulto ed inizio a godere, ma voglio nascondere il mio piacere così faccio il più possibile finta e poi raggiungo un'orgasmo molto più controllato di quello che in realtà non Fosse. La stessa cosa faccio anche con Giammaria, e quando finiscono decido di fare la puttana veramente dicendogli:"Che delusione, mi aspettavo molto di più dai vostri cazzi". e vado a fare la doccia lasciandoli lì, delusi. Sotto la doccia inizio a masturbarmi, perchè in realtà mi avevano fatta godere molto ed ero ancora eccitata. L'acqua calda che scorreva sul mio corpo mi eccitava da morire ed ormai ero prossima all'orgasmo, quando sento la voce di Giammaria che dice:"Così ti abbiamo deluso eh troia? Bene ora ci rifacciamo!!!". Prima che potessi dire o fare qualsiasi cosa sento le mani dei due ragazzi accarezre il mio corpo che era percosa da brividi di piacere e vengo solo grazie a questo che completa il ditalino che mi stavo facendo; poi d'improvviso Alessio me lo mette in culo, mentre Giammaria mi sfonda la figa.Era una sensazione meravigliosa sentire il mio ano aprirsi ad ogni botta che mi veniva inferta da quel pistone che faceva avanti ed indietro dentro i me, così come era magnifico sentire il cazzo di Giammaria dentro la mia fighetta pelosa; così mi metto a gridare:"AH si come godo!!!" e loro:"Ma come, non dicevi di essere delusa dai nostri cazzi??!?", ma oramai godevo così tanto che non riuscivo a dire più nulla di sensato... MUGOLAVO E BASTA:"Ah sisisisisisisisisiiiii" e così veniamo tutti e tre tra urli di ogni genere.Credendo che la "giornata" fosse finita incomincio a rivestirmi, m'infilo le calze rosse, ma loro si arrapano un'altra volta e Giammaria mi dice:"Ferma, facci divertire ancora un'pò... forza, mettiti a pecora!!!". Io senza discutere, mi ci metto, intanto Alessio dice di aver sentito un rumore ed esce a controllare. Intanto il suo amico non lo aspetta e si prende il "piatto più ambito", ossia il mio sedere , per la terza volta in un giorno. poco dopo arriva Alessio, ed io ero arrapatissima per via dell'inculata e volevo sostituire le mie tre dita con il suo membro al più presto, ma lui mi dice:"Francy, dobbiamo semettere, il tuo ragazzo ti è venuta a prendere, gli ho detto che avevi finito gli esercizi e che penso che stavi cambiandoti". Io però ero determinatissima a godere e glui rispondo:"Chi se lo incula!!! Anzi scopami anche te dai!!!". A quel punto si convince e, dopo esserselo tirato fuori me lo mette in figa. A quel punto vengo subito:"Ah si dai più forte, più forte,più forte!!!", poi dopo li faccio venire io con due bocchini e ingoio tutto lo sperma che mi versano in bocca.Dopodichè, mi rivesto e come se niente fosse vado dal mio Federico che stava in sala d'aspetto lo abbraccio, gli do un bel bacio con la lingua e mi faccio riaccompagnare a casa.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 237): 7.24 Commenti (122)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10