STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
NN AGGIUNGO ALTROIn azienda con AleI (porno) segreti di mia moglieParcheggioLa commercialista - parte 2^Cornuto perscelta(parte prima)IL mio super-porco regalo di nataleIl culo di Rania
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

I nuovi padroni di casa
Da poco ho cambiato casa e ho preso in affitto un appartamento al piano terra di una villetta bifamiliare abitata, al piano di sopra dai padroni dell'immobile, una bella coppia, lei sui 35 anni e lui sui 45 entrambi molto prestanri fisicamente.
Un giorno mentre sono in bagno sento provenire dal garage che si trova dall'altro lato del cortile degli strani versi che non riuscivo bene a decifrare poteva sembrare il verso di qualcuno che si lamentava dal dolore o anche di qualcuno che stava godendo molto forte. Incuriosito ho aperto la finestra del bagno quel tanto che bastava per poter vedere all'interno del loro garage, con grande sorpresa ho visto lui che stava scopando o inculando con grande foga la sua signora posizionata alla pecorina appoggiata al cofano della loro auto. Laura, questo è il nome della mia padrona di casa godeva come una matta e Franco, il marito, sembrava animato da una forza perversa. Immediatamente, alla vista di ciò il mio cazzo si è indurito all'istante inevitabilmente ho iniziato a masturbarmi come un ragazzino (sono un single di 45 anni). Dopo poco la signora si è girata e ha iniziato a succhiare il cazzo del marito che oramai godeva senza trattenersi tanto che dopo pocchissimo le è venuto in bocca spuzzando la sua sborra un po' ovunque. Stavo per godere anch'io e proprio mentre venivo mi sono reso conto che Laura si era accorta di me e mi sorrideva con complicità leccandosi le labbra con la sua lingua piena del liquido del marito. Dopo l'accaduto il Franco sale in macchina e se ne va e la Laura se ne torna tranquillamente di sopra nel suo appartamento. Io mi faccio una doccia e mi preparo per andare al lavoro quando sento suonare il campanello. Mi infilo un accappatoio e vado ad aprire; davanti mi trovo la mia padrona di casa in calzoncini e una camicetta legata sotto le tette che mi chiede di entrare. La faccio accomodare in salotto, le chiedo se vuole qualcosa da bere e le dico di aspettarmi un attimo, giusto il tempo di mettermi addosso qualcosa, ma lei mi chiama e mi dice che è scesa solo un attimo e che se ne deve andare subito. Mi siedo di fronte a lei, l'accappatoio si apre e il mio cazzo, che alla vista della padrona di casa si era immediatamente risvegliato, se ne esce in bella vista. Lei mi dice che si era accorta che la stavo spiando e mi dice che se mi fosse piaciuto avrei potuto partecipare perchè a loro, come coppia, piace molto far partecipare qualche estraneo ai loro giochi. A queste parole, come se avessi preso la scossa, ho avuto una improvvisa e totale erezione che non sono proprio riuscito a nascondere. Lei mi ha detto che ero un bel porco, mi si è avvicinata, mi ha messo la lingua in bocca ed ha iniziato a masturbarmi. Le mie mani sono partite immediatamente per palpare le stupoende rotondita della mia padrona di casa che ha un culo stupendo e un paio di tette magnifiche. Da lì è passata a farmi un pompino ed io, nonostante fossi venuto poco prima, in preda ad una incredibile eccitazione le ho riempito la bocca con una gran sborrata. Senza lasciare cadere neppure una goccia a continuato a leccarmi le palle ed è arrivata fino al buco del mio culo che mi ha leccato con forza penetrando con la sua lingua in profondità. Dopo poco si è alzata mi ha detto che doveva andare subito e mi ha invitato a partecipare a qualche gioco a tre avvertendomi però che a suo marito piace molto inculare chi le sta scopando la moglie. No

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 40): 5.8 Commenti (1)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10