STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
I Cani stanno ancora ululandola mogliettina cineseio mia moglie e il mio amico nando 2La ragazza delle pulizieLa festa della donna con SaraMia!!!!! CognataIl favore...La casa al lago
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Io e mia suocera Parte 1
Non mi interessa se giudicherete il mio racconto falso…
E’ un racconto molto lungo ma non voglio omettere alcun particolare.
Ho sempre avuto la fissa delle donne mature,sin da quando ero ragazzino…ed è continuata anche ora che sono un uomo felicemente sposato.
Le donne mature (belle o brutte che siano) hanno solitamente modi e atteggiamenti molto femminili: pensare ad una mamma,una zia,una donna matura insomma… vederle nel loro classico atteggiamento materno e poi immaginarmele mentre godono è una cosa che mi ha sempre eccitato.
Bene:comincio a raccontarvi.
Abito con mia moglie di fronte ai miei suoceri, una situazione classica per noi mammoni Italiani.
Mia suocera (che per comodità chiamerò Maria) ha da poco compiuto 60 anni…non è la classica bella donna, intendiamoci…è però giovanile,simpatica e carina….
E’ la classica donna tutta casa e famiglia, da sempre fedele al marito e dedita alle figlie.
A me in particolare mi ha sempre considerato come un figlio e mi ha sempre trattato come tale. Insomma…un prototipo della suocera Italiana.
Ha però alcune caratteristiche fisiche che hanno sempre attirato la mia attenzione: due tettone da paura,mani e piedini favolosi,sempre ben curati e con lo smalto sulle dita…Quando arriva l’estate, lei, che soffre molto il caldo, indossa quasi sempre (in casa o in giardino) quegli abitini da casa, quelli con le spalline,lasciando intravedere parecchio dalla generosa scollatura…in più ha il brutto vizio di passarsi spesso la mano fra l’attaccatura delle tettone per detergersi il sudore.
Talvolta l’aiuto a spostare qualche vaso nel giardino di casa sua,dato che mio suocero,in pensione da anni, non ha più l’età né la voglia di fare niente…o dorme o se ne va al bar per ore con i suoi amici.
Quando l’aiuto a sistemare qualcosa, il più delle volte in giardino,ne approfitto sempre per dare una sbirciatina: se mi da le spalle e si china per prendere un vaso o qualcos’altro e indossa i pantaloni, le guardo il culo, tondo e bello pienotto…una volta si è messa a quattro zampe per strofinare per terra…io fumavo a qualche metro fingendo di farmi i cazzi miei ma in realtà la guardavo messa a pecora e me la immaginavo nuda, in quella posizione, con me dietro ovviamente che la sfondavo!
Delle tettone neanche a parlarne!...come si piega in avanti o le passo vicino mentre lei è seduta, non resisto assolutamente…gliele sbircio e mi immagino spagnole incredibili e sborrate da film porno.
E le sue tettone sono state infatti la chiave di volta tra noi due.
Un giorno avevo fatto compere con mia moglie ed eravamo a pranzo dai suoceri: mentre stavo provando delle camicie appena acquistate,mia moglie aveva chiamato mia suocera per farle vedere come mi stavano. Mi sono quindi provato le camicie davanti a mia moglie e mia suocera, rimanendo a torso nudo, e mentre mia moglie diceva “mamma, guarda che bel fisico ha mio marito!” , ho notato che Maria si è un po’ imbarazzata nel vedermi seminudo:ha liquidato la cosa dicendo che ha un bel genero e se ne è andata.
Non l’avevo mai vista però così imbarazzata.
Qualche giorno dopo, mentre eravamo sempre dai suoceri, Maria aveva comprato una collana e la mostrava alla figlia tutta contenta. Mia moglie chiamò anche me in causa “Stefano, guarda che bella collana che ha comprato mamma!” Per educazione mi alzai e andai a vedere…mentre guardavo la collana facendo i complimenti, non potei fare a meno di far cadere l’occhio sulla scollatura…mi soffermai una frazione di secondo ma troppo tardi…quando alzai lo sguardo e guardai in faccia mia suocera, capì che lei aveva capito quel che stavo veramente guardando…
Feci finta di niente e cambiai discorso…Maria fece lo stesso…dopo pranzo vennero dei parenti a farci visita:ci spostammo tutti in giardino per prendere il caffè. Tra i parenti vari c’era un bambino, di circa 8 anni che amava giocare con mia suocera, dandole fastidio e scappando via…mia suocera stava al gioco, come sempre…provava a rincorrerlo, gli diceva “se ti prendo, povero te!”…ad un certo punto,mentre giocava col bimbo, e si trovava vicino a me, appoggiò la mano sotto la tettona destra, la sollevò un po’ e disse al bambino “vuoi un po’ di latte?”.
Poi si mise a ridere e mi guardò…era una battuta assolutamente fuori luogo…la conosco da anni e non le avevo mai sentito dire una cosa del genere…in più aveva guardato me per primo, dopo essersi sollevata una tetta…nessuno ci fece caso, dato che si scherzava e si rideva insieme, tuttavia io ne rimasi assai turbato: che avesse voluto dirmi qualcosa? Che fosse un riferimento al fatto che poco prima mi aveva sicuramente sgamato? Mi imbarazzai un attimo, poi feci finta di niente e dopo poco rientrai a casa con mia moglie. Lei si mise a dormire e io mi misi a guardare la televisione…poco dopo sentì che aveva preso sonno…io non riuscivo a concentrarmi…pensavo in continuazione alla battuta di mia suocera, al suo sguardo su di me,alla mezza tonnellata di tetta che si era sollevata…alla fine andai in bagno e mi sparai una sega galattica, tanto mi aveva eccitato la situazione.
Poi si mise a ridere e mi guardò…era una battuta assolutamente fuori luogo…la conosco da anni e non le avevo mai sentito dire una cosa del genere…in più aveva guardato me per primo, dopo essersi sollevata una tetta…nessuno ci fece caso, dato che si scherzava e si rideva insieme, tuttavia io ne rimasi assai turbato: che avesse voluto dirmi qualcosa? Che fosse un riferimento al fatto che poco prima mi aveva sicuramente sgamato? Mi imbarazzai un attimo, poi feci finta di niente e dopo poco rientrai a casa con mia moglie. Mia moglie si mise a dormire e io mi misi a guardare la televisione…poco dopo mia moglie prese sonno…io non riuscivo a concentrarmi…pensavo in continuazione alla battuta di mia suocera, al suo sguardo su di me,alla mezza tonnellata di tetta che si era sollevata…alla fine andai in bagno e mi sparai una sega galattica, tanto mi aveva eccitato la situazione.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 90): 4.42 Commenti (3)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10