STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Come ho scoperto di avere una moglie troiaLetterinaSilvia e quella stupida troiettaInizio di storie da un tempo che fuvenerdi sera in discotecala donna di servizioda sola cn lo sconosciutoi colleghi di mia moglie a cena
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

LA PRIMA VOLTA DELLA MIA ELISABETTA
elisabetta ha 20 anni,esattamente la metà dei miei,io sono sposato e da poco ho iniziato una relazione con lei,che abita nel mio palazzo.da due mesi cioè da quando è iniziato il tutto quando arriviamo al sodo lei si tira indietro perchè dice che non se la sente ancora dato che è vergine,io potete immaginare torno a casa col cazzo insoddisfatto e di nuovo in tiro da paura ripensando a lei...alessia è proprio una figa capelli biondi lunghi,occhioni da cerbiatta tettine piccole culo da urlo da sculacciare e sfondare in ogni momento e soprattutto una figa sempre depilata rosea e morbida che sembra un mango fresco da mangiare,stretta persino a infilarci le dita non avete idea che sangue al cervello mi manda.comunque lei non l'ha voluto fare per due mesi e voglio raccontarvi la prima volta arrivata all'improvviso e per questo doppiamente eccitante.dunque poco sotto casa mia c'è un chiosco e un giardino e nelle calde sere d'estate io e mia moglie portiamo i bambini a giocare e nel frattempo ci intratteniamo coi nostri amici a chiacchierare,un sabato sera verso le 9.30 ero seduto al chiosco con mia moglie e amici ma ad un certo punto il bambino ha perso un giocattolo e allora mi sono alzato per cercarglielo.ero a pochi metri dai tavolini del bar e ad un certo punto mi vedo arrivare lei che sta tornando verso casa,probabilmente da cena o aperitivo,io putroppo in genere non la vedo infighettata per la sera e quindi appena l'ho vista mi è preso un colpo,una figa spaziale,aveva un vestito cortissimo attillato bianco che finiva poco sotto il culo e dei sandali altissimi da troia aperti che le facevano delle gambe da vera cavalla da monta,lei appena mi vede fa finta di niente ma mi lancia di nascosto un'occhiata di fuoco che all'istante mi ha fatto capire le sue intenzioni,guardo verso mia moglie per vedere se ha notato qualcosa visto che già sospetta di noi ma è di spalle e assorta nella conversazione.allora lascio passare un minuto poi vado da mia moglie e le dico che devo salire un attimo a casa per andare in bagno,col cazzo già in tiro vado verso casa e entrato nell'androne me la trovo lì che mi aspetta,con un sorriso che sprigiona sesso a mille,la guardo dall'alto in basso e per poco non mi scoppia nelle mutande,mi ci butto addosso e inizio a baciarla appassionatamente.poche parole ci scambiamo,continuando a baciarci tra l'altro col rischio che qualcuno ci veda decidiamo di salire da me,e dentro di me già sento che è la volta buona,l'ho avvertito nel suo sguardo.appena entrati in casa ci fermiamo in cucina,lei ad un certo punto si stacca da me si allontana di qualche passo e facendo la parte della spogliarellista maliziosetta si infila la mano sotto il vestito e si sfila piano le mutande guardandomi con un sorriso provocante,poi le stringe in mano.io non ce la faccio e mi avvento su di lei strappandogliele di mano,già sento al tatto che sono umide,le annuso e sentendo quell'odore ho una belva in mezzo alle gambe,e giusto per scaldare ancora di più l'atmosfera come non se fosse già abbastanza rovente lei si mette a fare una specie di balletto sexy davanti a me struscinadomi il culo all'altezza del pacco sporgentissimo e di marmo ormai...e quando poi si piega per farmi vedere il culo e il vestito sale lasciando all'aria culo e figa aperti non capisco veramente più un cazzo e la prendo e la metto sul tavolo,seduta.il vestito le arriva alla figa,glielo alzo ancora di più la faccio sdraiare e le spalanco le gambe portandogliele al petto così che posso leccare bene sia fica che culo.intanto devo liberare per forza l'uccello dai pantaloni,lo tiro fuori e inizio a toccarmi mentre passo freneticamente la lingua su quella meravigliosa fica succosa e liscia e sul buco del culo ugualmente depilato,vorrei mangiarli me li succhio letteralmente mentre lei geme di piacere,vado avanti così per minuti finchè non viene.allora approfitto del suo rilassamento e avvicino il cazzo gonfissimo al suo buco bagnato e viscido,glielo struscio su tutta la figa aumentando la mia eccitazione,lei non oppone la minima resistenza,è sempre sdraiata e geme di tanto in tanto,di solito quando arriviamo a questo punto lei mi blocca e ora non lo fa...appoggio la mia cappella al buco e spingo.lei ha un piccolo sussulto ma nient'altro,allora procedo e spingo più forte,sento che il suo imene ancora intatto fa parecchia resistenza,lei si lamenta un po' del male,io piano piano sto entrando tutto...un'esplosione di piacere mi attraversa il cazzo,erano anni che non sentivo una figa così stretta,poi sento un liquido caldissimo,abbasso lo sguardo e vedo del sangue...continuo piano,per non farle troppo male,ma quando smette di gemere per il dolore non resisto e la penetro con forza e velocità,non ci metto tanto a venire,sono troppo eccitato.quando ho finito mi accascio sopra di lei,posando la testa sul suo petto.lei mi accarezza i capelli dolcemente,facendomi cadere quasi in trance,stiamo un po' così finchè non si alza seduta e si mette a baciarmi,iniziando a palparmi tutto e allora mi diventa subito di nuovo duro.mentre ci baciamo mi sega e mi accarezza le palle,poi con la testa scende a leccarmi i capezzoli,scende dal tavolo si inginocchia e me lo prende in bocca,stuzzicandomi il frenulo con la lingua in un modo che mi porta vicino a una seconda sborrata.ma non voglio che finisca così,la faccio staccare e alzare e le tolgo il vestito e lei rimane nuda(tanto non portava il reggiseno)con solo i 10 cm di tacchi neri dei sandali,quella vista mi manda il sangue alla testa,la faccio girare un paio di volte su se stessa per ammirare quel corpo e soprattutto quel culo,dopodichè mi metto dietro di lei e le bacio il collo mentre le mie mani scivolano vogliose sulle sua chiappe.lei si appoggia al tavolo piegandosi a 90 gradi e con fare malizioso come quello che aveva prima quando improvvisava lo spogliarello muove a destra e a sinistra il culo per attirare ancor di più su di esso la mia attenzione,io mi fermo un attimo a godermi il panorama,una cavalla nuda con tacco da 10 nero allacciato alla caviglia che mi mostra da dietro il suo stupendo culo e la figa pelata,il membro mi scoppia.ho troppa voglia di incularla selvaggiamente ma non so se è d'accordo,perchè ovviamente anche in culo è ancora vergine,allora mi avvicino punto la cappella sul suo ano e le chiedo se posso...lei ci pensa e poi mi risponde "proviamo,ma fai piano...",e io sono al settimo cielo.ho già sentito che il cazzo fa molto attrito e così mi abbasso per insalivarle bene il buchetto,le afferro le chiappe con le mani e gliele allargo facendo sporgere all'esterno quella rosellina umida che lecco avidamente cercando anche con la lingua di penetrare il più possibile all'interno per lubrificare al massimo il tutto,sento che le piace e così passo alle dita,prima uno,poi due e per velocizzare l'operazione decido di aprirglielo letteralmente con le dita.infilo i due indici e poi tiro piano verso l'esterno in modo da creare una dilatazione artificiale che certo si richiuderà appena sfilerò le dita ma comunque aiuterà...la vista dell'orefizio bello spanato a forma di "O" per poco non mi fa venire lì,allora non resisto più mi rialzo e ci infilo il cazzo.subito però entra solo la cappella,devo fare forza per continuare,lei ansima e geme,ma dopo aver superato il muscolo iniziale del retto in un secondo tutto il mio pisello scivola dentro.il suo intestino me lo avvolge e me lo stringe forte,godo come un pazzo,sono in estasi sento solo quelle pareti bollenti e bagnate che mi stritolano di piacere il cazzo,di nuovo vengo quasi subito sborrandole dentro e dopodichè mi accascio ancora sopra di lei,sopra la sua schiena,lasciandole il mio membro affatticato nel culo e restiamo così almeno cinque minuti buoni.quando sono tornato al giardinetto mia moglie mi ha chiesto perchè ci ho messo tanto e quando poi siamo tornati a casa e andati a dormire ha voluto farlo e io l'ho trombata pensando a elisabetta.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 135): 7.06 Commenti (11)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10