STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
la calda cuginafotografia che passione...L'esperienza di RobertaMagia con mia cugina.cosa direbbe.............incontri in chatLa studentessa universitaria 1il desiderio di erika
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

La mia amica barista
Era da tempo che facevo il filo a quella ragazza..molto carina,bel fisico,due belle tette e delle labbra di fuoco.Si chiama Veronica ha 20 anni e fa la barista. Io mi chiamo Luca e lei è un amica di famiglia..sì perchè io sono sposato..ho 30 anni e anche se con mia moglie scopo alla grande e mi soddisfa in tutto da quando conosco Veronica ho quel chiodo fisso di doverla chiavare.Spesso andiamo al suo bar a fare colazione ma quella mattina mia moglie doveva lavorare,e anche se sapevo che era giorno di chiusura passai lo stesso da li sapendo bene che Veronica era li per fare le pulizie nel bar.Naturalmente quando mi ha visto mi ha fatto entrare e mi ha offerto un caffè.Aveva una maglietta attillata e un paio di pantaloncini corti che risaltavano il suo culetto..Fino a quel giorno non aveva mai risposto alle mie avance e sinceramente pensavo che non le interessassi per niente..anche perchè è molto amica di mia moglie.Decisi di provarci per l ultima volta così iniziai ad avvicinarmi a lei mentre parlavamo e appoggiai una mano sulle sue gambe..Iniziai ad accarezzarla dolcemente e vidi che lei stava zitta ma dai sospiri che emetteva le piaceva..non mi sembrava vero.All improvviso lei si alzò e si sedette su di me iniziai a baciarla e lei mi ficcò la sua lingua in bocca..le mie mani si infilarono sotto la sua maglietta e trovai subito i suoi capezzoli duri ed eretti e ci giocai dolcemente con le dita.Lei oramai era eccitatissima..come me del resto.Avevo il cazzo che tirava nei pantaloni e implorava di uscire.Veronica si alzò e mi fece sdraiare su un divanetto del bar,mi tirò giù i pantaloni e prese tra le mani il mio cazzo che era duro come il marmo..Mi disse :"complimenti,ora rilassati".Iniziò a masturbarlo lentamente poi diede qualche bacio dolce alla cappella mentre continuava amuovere la mano su e giù.Mi guardò e vide che non ce la facevo più.. e disse"ora voglio farti godere e poi voglio che mi scopi ben bene"Così iniziò a prenderlo in bocca e a muovere le labbra su e giù a tempo con la mano mentre l altra mi massaggiava le palle piene di sborra.Ero in paradiso.Era bravissima e dopo 2 minuti di quel trattamento le dissi che stavo per venire.Mi prese la cappella tra le labbra e muovendo la mano piu velocemente mi fece schizzare tutta la sborra nella sua bocca e non si fermò finchè non usciva più niente dal cazzo.feci sdraiare lei e ricambiai quel divino pompino leccandole la figa dal clitoride fino al buco del culo poi le ficcai 2 dita dentro e la masturbai cosi mentre le leccavo il clitoride.Il cazzo oramai era tornato duro e cosi glielo appoggiai alla figa.Lei mi implorava di metterlo dentro e io con un colpo di reni glielo infilai tutto dentro.La scopai così un po,poi la misi a pecorina e la montai così finchè gridò che veniva. Da quel momento la chiavai per un ora di fila. Lei venne diverse volte la scopai in tutte le posizioni e le riempii la figa 2 volte della mia sborra.Eravamo esausti ma ci mettemmo daccordo che la settimana dopo,nel giorno di chiusura sarei andato a trovarla ancora.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 283): 6.79 Commenti (19)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10