STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La prima notte di nozze (1)Un giorno al mare con l'amico di mio figlio 1° partegiuseppe e il suo cazzoVIVA GLI SPOSI !!!!!Scopata per commessa dopo Germania Brasile 7-1IL MIO ECOGRAFOPaola la mia "cara" babysitter troiaLettera ad un amante.
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Proibito
PROIBITO

FANTASIOSO SOGNO




Posteggio l'auto davanti ad un gruppo di negozi e avvicinandomi al portico , seduto sul marciapiede vedo un uomo. Indossava calzoni corti moderni cioe` lunghi e larghi fino alle ginocchia . Incrocio lo sguardo e l'uomo sorride e abbassa gli occhi come per invitarmi a guardare in basso verso i calzoni . D'un colpo allarga le ginocchia e sull'orlo del calzone s'affaccia una testa di cazzo scapocchiata come un uovo grande di gallina . Sorpreso mi fermo dinanzi mi assicuro che il pene era vero e poi lo guardo in faccia . Una faccia di pelle scura quasi quadrata sembrava un turco o un arabo anche dal suo corpo tarchiato. Sorridendo mi dice :"Non mi parte il furgone , la batteria e` scarica, mi puoi aiutare ?"
Non so per quale strana ragione dico di si` e ci avviamo verso le macchine . Avvicinandomi al furgone, un vecchio tipo, malandato e di poco valore , dico :" Hai un pene molto vistoso e gradirei fotografarlo, sempre pagando."Di rimando mi fa subito capire che ha bisogno di soldi e che si puo` fare le foto dentro il furgone .Vado nella mia auto a prendere la macchina fotografica .
Entra per primo nel suo camion e si siede su una cassetta, entro anch'io chiudendo le due porte posteriori.
Si sfila i calzoncini e, non avendo mutande si mette al nudo .
Un enorme pene si curvava su due grossi coglioni per poi pendere giu` verticalmente quasi a toccare il pavimento.
Mi sento un rossore infocato sulla faccia e non posso credere che sta succedendo.
Mi sento bambino vergognoso e allo stesso tempo il piacere e la sfida di fare qualcosa di anormale , di proibito .
Incantato non riesco a togliere lo sguardo a quel ...salame . " Beh!! Le fai le foto" Mi dice con un sorriso da demente.
Faccio alcune foto e poi gli chiedo se lo puo` far piu` grosso magari maneggiandolo .
"Si` , ci provo" Inpugna la base con la sinistra e con la destra incomincia a farsi una sega . Il pene si allunga e s'ingrossa ma rimane sempre moscio, seguita per alcuni minuti ,poi si ferma disgustato borbottando che non puo` avere una erezione da solo senza un filmino o altro del genere . M'invita , dicendomi :
" Perche` non ci provi tu?"
Mi sento il cuore in gola per l'eccitazione , lo stimolo. Mi avvicino inginocchiandomi in mezzo alle sue gambe, con la sinistra alzo il cazzo e con la destra l'impugno sotto la capocchia e comincio il movimento lento su e giu', su e giu'.
Mi torna in mente quando sdraiati sull'erba facevamo le seghe con altri compagni decenni, Un giorno ci vide un uomo che urlo`:" Che fate ragazzacci , mo` lo dico ai vostri padri" Al''improvviso noi ci alzammo tirandoci su i pantaloni.
"Be!" Aggiunse l'omaccio :" Se tu mi palpeggi il ...mio ;io non diro` niente "
"Perche` io e non gli altri?"
" Si` proprio tu, perche` mi piaci"
L'uomo si tolse i pamtaloni e si sdraio` sull'erba a gambe larghe .
In ginocchio tra le sue gambe incominciai a masturbarlo.
"Dai , piu` svelto , Ah , mi dai gusto Ah , Ah che gusto , piu` svelto"
Il cazzo s'era ingrandito e indurito . Ma che cazzo grande in confronto coi nostri cazzetti
All'improvviso getto` un urlo e con mia grande sorpresa mi spruzzo` sborra calda sulla faccia . Balzai indietro sorpreso perche` i nostri cazzetti non sborravano.
L'uomo afferro` il suo cazzo e sparo` un'altra spruzzata e poi ancora un'altra piu` fiacca
Ecco cosa mi viene in mente seguitando a tirar la sega a quel cazzo gigante . Su e giu` sempre lentamnte .
"Ah! ' icominci a darmi piacere "

Ora il cazzo era molto piu` spesso e mi riempiva le mani totalmente .Incomincio ad accellerare il ritmo e mi sento il cazzo indurire , E` diventato enorme . Incomincio piu` in fretta e lui:" Mi si e` asciugato troppo bagnalo con la saliva "
Io, con un'acquolina in bocca che mi eccitava molto e lui :"Bagnalo , bagnolo , mi fa male , BAGNALO!!!!
Non potendo piu` resistere abbasso la bocca aperta al massimo per coprire tutta la capocchiona .
Incomincio a succhiare , tolgo la mano sinistra e incomincio a masturbarmi e col destra e con la bocca, su e giu' freneticamente a quel cazzone.
Affondavo la bocca su e giu' con lo stesso ritmo della mano . Ripensavo alla spruzzata che presi da piccolo. Ma questa volta la voglio in bocca .
Sento la spruzzatura con la destra passare alla base del cazzo , odo un urlo come un ruggito. Un colpo in giu` forte e poi in su rapido. Affondo la bocca piu` che posso e finalmente m'arriva una sborrata che mi affoga le tonzille . Ritiro la bocca su` fino alla capocchia e succhio per tirar la seconda gettata . La sento passar per la mano in mezzo al cazzo e la seconda sborrata mi riempe la bocca , alzo la bocca dal cazzo tiro su e giu' lecco lecco al filetto dietro la capoccia e mi sborra in aria per la terza volta. In quel attimo col cuore ansante, perso in quel ..." proibito" tanto desiderato mi scoppia il cazzo con incontrollate e copiose sborrate . Sempre in ginocchio col sedere prostato all'aria , ad ogni sborrata mi si incorda il muscolo anale . Poi si rallenta aprendosi come per invitare una penetrazione e , con un'altra sborrata , il culo mi si rindurisce e si chiude come se volesse accerchiare , arrestare la penetrazione . Insomma e` una cosa che non mi potevo mai immaginare . Una gioia simile mai provata .
Lo pago profumatamente e gli dico :" Senti io ti voglio rivedere per qualche cosa di piu` bello"
Mi ringrazia dandomi il suo numero del telefono .
Prendo la macchina e torno a casa . Mi sento ancora infocato in faccia e colpevole di aver fatto qualcosa di male ma non riesco a pensar altro che a quel cazzo e quel gran pompino che mi ha fatto godere piu` delle mille e mille scopate della mia vita . Ho rotto il culo a tante ...femmine ed ora , con mia gran meraviglia , sto pensando di farmi rompere il ....mio .
Non ceno , ma mi sdraio sul letto ripensando a quel cazzo e quel ponpino , sollevo il sedere ,in ginocchio e la faccia abbassata sul letto guardo allo specchio e osservo il culo a mandolino fantasticando il cazzone ; allargo le ginocchia e rilasso il buco del culo per riceverlo. Mi si alza il mio cazzo e mi tiro una sega rimanendo col culo in aria Finalmente. stanco e con lo stesso gaio pensiero m'addormendo.

La mattina seguente , ancora presto, gli telefono . Riconosco la voce cupa con l'accento straniero . Gli chiedo l'indirrizzo di casa e gli dico che andavo a trovalo verso le 9 .
Modestamente quasi servile mi dice:"Si` t'aspetto."
Mi sento colpevole ma per tutta la giornata non riesco che pensare a quel gigante cazzo.
Vado ad un negozio per comprare delle cose per abbellire la serata .
Arriva il desiderato momento di partire per la mia prima e nuova super avventura.
Ormai era anni che bramavo questo intrigo. Era anche anni che , con mia sorpresa , mi sono accorto che ho perso i peli per tutto il corpo anche sotto le braccia . Il petto s'era ingrossato come le mammelle di una giovane donna .
Alle volte , nudo sul letto, fantasticavo con un cuscino sotto la pancia e il culo allargato un cazzone che mi inculava ed ero io che andavo su e giu` col mio culo mentre il cazzo stava fermo .
Poi accelleravo il movimento col sedere e con la mano mi masturbavo. Infine prostavo il sedere in alto allargato e immagginavo il cazzo che incominciava ad affondarmi forti colpi nel culo . Cosi` impalato mi sborrava il cazzo .
Guidando penso , preoccupandomi se mi fara` male ma tutto si cancella quando il pensiero ritorna con piacere alla scena nel furgone e il desiderio ardente di poter ricevere quel cazzone . Poi non e` un prepotente spocchioso
invece mi sembra un sottomesso , servile e rispettoso . Sicuro un tipo che posso dominare facilmente .
Busso alla porta nel secondo piano di un vecchio palazzo in un rione povero .Mi apre e dice :"Entra"
L'abitato consiste di un vano ed in un angolo una stufa e lavantino, di fronte un letto matrimoniale con un solo comodino . Mi avvicino alla porta aperta , mi affaccio e vedo un cesso con doccia .
Vedendolo impalato nel mezzo della camera con un sorriso da idiota gli dico come un ordine di farsi una doccia mentre mi preparo.
"Subito " mi risponde.
Tiro fuori dal borsellino una parrucca , una minigonna e un paio di scarpe .Mi spoglio e mi metto gl'indumenti femminili. La minigonna ha uno spacco che di solito si porta di fianco ma io la giro per fare affacciare una chiappa di culo che sporge molto dal fatto che le scarpe hanno il tacco alto. Invece del letto mi metto seduto sul divano scolorito dal tempo , di fianco ad un antico specchio .
Esce nudo si avvicina dondolando il salamone . Io seduto sul divano e lui vicinissimo mette le mani ai lati del cazzo facendolo sventolare. Il cazzo si allunga ancora di piu` poi incomincia a sventolare piu` forte da sinistra e destra a pochi centimetri dalla mia faccia che mi brucia dalla voglia d'incominciare. Ma e` un momento bello e mi dico voglio temporeggiare e soffrire.
" Come sei bella !! Fammi la puttana stasera.. Fammi uscire matto,Rifammi un pompino come ieri, fammi scoppiare nella tua gola , bocchinara bella!!"
Fermando il cazzo dalle sventolate con la mia mano :" Ma che bel cazzo che hai , non vedo il momento che me lo metto in bocca . Ma stasera devi essere gentile, perche` io sono vergine e mi devi ubbidire e controllare il tuo cazzo ma piano piano mi devi inculare . Bramo tanto il tuo cazzone nel culo ."
"Saro` tuo schiavo , dimmelo tu che fare "
Io sempre palpando il pene :"Grazie , voglio avverare il mio sogno e voglio che questo atto amoroso sia il piu` bello della mia vita . Cerchero` di rilassarmi al massimo e di prostarmi per facilitare la penetrazione fino a quando il tuo cazzone mi riempe il culo. Ma devi fare piano piano , hai capito? "
Inbocco la capocchia e lecco gentilmente poi succhio un po` e affondo la bocca con un infinito piacere .
Vado su e giu' per affondare la bocca quasi a meta` cazzo ma molto lentamente . Quando arrivo alla testa succhio un poco. Poi giu` cercando di abboccare piu` cazzo ogni volta .
Il cazzo incomincia ad ingrossarsi mentre lui geme dal piacere .
" Succhia il cazzo puttana , OH!! OH! Succhialo tutto, fattelo entrare giu' nella gola ."
Spalancando la gola cerco di abboccare piu` cazzo , non ci riesco ad arrivare alla base non so come fare .
Ogni volta che inbocco in giu` lentamente lui mi geme , mi nicchia mormorando AH!AH! . Il suo piacere mi gioisce e mi saliva la bocca immensamente . Mi aiuto al piacere toccandomi sotto la minigonna .
Il cazzo s'indurisce col leccare la capoccia. Mi alzo per andare al letto , ma lui afferrandomi per di dietro spingendomi con il cazzone caldo sopra la spaccatura del mio culo e mi dice di mettermi sul grosso rotondo poggiabraccio al lato del divano .
Mi sottraggo dalla presa e ,dal borsellino prendo una pomata che le donne usano per la figa e mi ungo
Avanzo verso il divano e , con i tacchi alti sporgo il sedere a piu` non posso sculeggiando da gran puttana, mi guardo allo specchio e travedo le mie chiappe di culo che sbocciano dalla spaccatura della gonna , dondolando qua e la` . Il pensiero di essere inculato da quel cazzone prepotente , di essere dominato , sottomesso in schiavitu` forzata mi eccita . Il piacere di fare la puttana , di allargare il culo ed essere penetrato di forza, mi stimola .
"Ma che bel culo che hai? Fammiti chiavare " Mi dice maneggiandosi.
Mi afferra per la nuca e con una mossa sicura e dominante mi abbassa sul poggiamani . Dallo specchio di lato mi vedo con le cosce allargate e il culo prostato.
"Per me e` la prima volta . Mi devi ubbidire altrimenti si finisce e il mio sogno diventa un incubo." Dico con la faccia sul lato del divano .
Dallo specchio lo vedo con il cazzo in mano che lo dirige verso il buco del culo .
" Fai piano , mettici la capoccia , vedi se ci entra "
Lo vedo dritto dietro di me ancora dirigendo il cazzo . Alzo il culo prostandomi al massimo pronto a ricevere . Appoggia la testa del cazzo caldo al buco ; incomincia a penetrare dolcemente . Io cerco di rilassare per aggievolare l'entrata tanto desiderata .
Sento la capoccia dentro che mi allarga l'orlo anale . " Ti faccio male ? " Mi dice
"Solo un poco , spingi un po` di piu` ma piano "
Col culo spalancato mi spinge il cazzo piu` giu', un po` di dolore ma scivola dentro facilmente con la pomata. Lo tira quasi tutto fuori e mi da un colpo lento ma sicuro, penetrandomi sempre piu` in giu` . Continua con questo movimento lento sopra e sotto . Sempre piu` in giu` dandomi un immenso piacere.
Io sempre col culo aperto cercando di ricevere il tutto .
Dallo specchio ora lo vedo un po` arcato che ondeggia avanti e indietro. Quando lui va in avanti io alzo il culo per prendere un po` di piu` . Quando lo tira su , vedo meta` del cazzo dallo specchio. Non posso credere di essere inculato da quel gigante cazzo.
L'orlo del culo tanto e` allargato che sembra spaccarsi, quando mi penetra in giu` mi sento ripieno , satollo misto tra dolore e piacere
Ora lo affonda molto di piu` e mi arriva a toccare un bottone , un grilletto giu` in fondo.
Al toccar quel ....bottone un brivido mi saetta per la schiena che esplode nel cervello come un fuoco artificiale di gusto , di gioia infinita .
Al ritiro del pene tutto finisce come una lampadina che si spegne . Al cominciar la nuova penetrazione penso:" Ci arrivera` ad affondarlo fino a rittoccare quel grilletto di gioia "
Giu` , giu' ritocca il grilletto e ritorna la saetta di gioia da farmi impazzire.
Continua a martoriare e gioire ogni colpo.
Ora scopa piu` deciso ed i colpi piu` forti dandomi piacere incontrollabile .
"Dai!!Dai!! Sfondani il culo, sono tua, te lo spalanco tutto "
D'un colpo , si abbassa su di me , m'afferra per le mammelle tirandole verso di se ferocemente e m'inchioda con un forte colpo e con un mio grido disperato , tutto il cazzo sbattendo i coglioni sulle mie povere natiche .
Inpalato dal suo peso corporeo e dal cazzone che ora scopava rapido e incontrollato.
:"Ti voglio spaccare il culetto a mandolino puttana ." Ruggiva imbestialito. Ogni volta che mi affonda tutto il cazzone mi scappa un urlo incontrollabile e lui piu` s'imferocisce.
"Si`!!! Allarga il culo , lo senti il mio cazzo in culo? Ti piace?"
"SI` spaccami il culo!!! Urlo disperatamente .
Io , anche se dolorante , sono felice di essere inculato di sentirmi schiavo di quel cazzo arrabbiato e di fare la puttana.
Trafitto pieno di gioia e dolore con lui che seguita a sfondarmi il culo.Mi tira per le mammelle per insaccare piu` cazzo . Ogni furioso colpo mi sento i coglioni sbattere con i miei. Mi schiaffa tutto quel cazzone nel culo godendo al doloroso e immenso piacere. Fissato, incapace di reagire , impalato da quel cazzo gigante aspetto e anelo l'allagamento di una sborrata .
Un feroce e secco colpo con un altro mio grido annuncia la tanto desiderata spruzzata di sborra sul grilletto, giu`, giu` in fondo..
Il mio pene schiacciato sul lato del divano spurga copiosamente alla sua seconda innaffiata calda.
L'anello anale s'irrigidisce cercando invano di arrestare la sfondatura . Come per farlo rimanere la` dentro sopra a quel grilletto di gioia .Ma lo tira fuori e , allo specchio, vedo che mi sborra un altro caldo getto sulla schiena .
Rimango la` , prono , spurgando e contraendo l'anello anale con un prolungato e folle piacere In fine mi alzo cammino per rivestirmi ma mi duole il culo e le mammelle che lui me le aveva strappate senza pieta` per sfondarmi di piu` il culo..
"Sei stato un bruto in ultimo , ma il piacere ha superato il dolore."
Lui quasi scusandosi :" Quando mi alzavi il culo per ricevere meglio le mie affondate e specialmente quando mi hai detto :"DAI!! DAI!! Sfondami il culo, sono la tua puttana, te lo spalanco tutto "
Mi hai fatto imbestialire .


Arrivo a casa tutto indolenzito anzi dolorante . A stento riesco a camminare .
Mi butto sul letto cercando di non muovermi .
L'indomani , mi alzo e cerco di camminare ma il culo mi fa
piu` male .
Dritto mi guardo allo specchio e noto che le mammelle si sono gonfiate , ingrandite e non sono piu` quelle di una puella bensi` di una femmina gravida.
Finalmente a tarda sera riesco ad arrivare al bagno per una doccia
Dopo alcuni giorni incomincio a sentirmi normale pero` mi sento il culo allargato e le tette gonfiate .
Esco e cerco di guardare gli uomini sessualmente , ma non mi fa sangue per niente anzi mi fa schifo. Non vedo nulla di attraente . Alla spiaggia la stessa cosa . Attratto solo dalle belle donne in costumini.
Non ci capisco piu` niente , non ero cambiato .
Ripensando con attenzione , quando vidi quell'uomo sul marciapiede fu lo sporgere del suo cazzo e il sorriso da cretino ,quasi demente che m'infoco` la faccia da osare l'avventura.
Non fu la forza di maschio ma la debolezza diciamo di una donna con un cazzone.
Mi accorgo d'incominciare a capire , pero` non del tutto .
Ora sono sicuro di una cosa , sono le donne che mi attraggono.
Dopo un po` di tempo di convalescenza torna al normale e decido di telefonare al compare
Un po` incazzato gli dico :" Tu mi hai fatto male molto . Mi sento ancora indolenzito ma , se fai il buono ti vengo a trovare , ma devi fare quello che dico io . "
" Sono felice che mi hai telefonato . Ti penso tutti i giorni . Vieni subito , io t'aspetto con ansia ."
"Perche` mi pensi tutti i giorni?"
Lui di rimando :"Perche` sei l'unico che mi ha fatto insaccare tutto il mio cazzo in culo. Vieni subito!!"
" Si`. Vengo tra mezz'ora "
" Mi faccio la doccia come vuoi tu , mi preparo , ma fai subito "
Io di rimando :" Ti piace il mio culo , lo vuoi sfondare ancora una volta ,mi si e` allargato , questa volta mi darai gioia senza dolore .Ma prima te lo devo leccare e succhiare da farti impazzire , poi quando si fa grosso e duro mi devi acchiappare per le mammelle che sono ora come quelle di una vera puttana e abbassandomi sull'orlo del divano mi devi affondare il tuo cazzone bestiale tutto d'un colpo. Mi devi violentare come un centauro sfrenato s'incula una cavalla. Ora il mio culo se lo puo` pappare tutto quel cazzo tuo con piacere e senza piu` dolore . Questa volta voglio fare la puttana e mi devi inculare con violenza tale da farmi urlare .
"Vieni!!! Vieni!!!" Mi grida .

Mi apre la porta e lo vedo nudo con il cazzo che sembrava addirittura di pendere quasi fino alle ginocchia .
"Andiamo sul letto"
Mi seggo e lui in piedi davanti a me .
" Leccami , leccami il cazzo puttana!!!"
Mi spoglio in fretta gia` eccitatissimo. Mi metto in ginocchio per terra e lui sempre dritto . Alzo la testa e vedo il cazzo che pendeva su di me . Una bella veduta con un cazzo che dominava alto su`. Apro la bocca e con la mano dirigo la capoccia in bocca
Mi piace che pende su` di me ed io lecco e succhio lentamente .
Il cazzo s'ingrossa rapidamente , si vede che e` eccitato .
Mi alzo e gli ordino di allungarsi sul letto .
Prendo quattro corde dalla mia tasca e lui: "Che Fai , mi vuoi legare?"
"Ti ho detto che devi fare quello che dico io "
"OK fa il porco comodo tuo "
Lego le mani e poi le gambe agli angoli del letto. Mi metto fra le gambe allargate e alzo il cazzo con la sinistra , con la destra lo sfrego su e giu' piano e con la lingua gli lecco il filetto dietro la capocchia . Ogni tanto abbasso la destra e inbocco una meta`di cazzo e poi in su succhiando.
Mi giro e gli metto il mio cazzo sulla faccia . Lo piglia in bocca e comincia a pompare anche lui. Il mio , gia` semi indurito se lo succhia quasi tutto in bocca .
Ora io vado gia` veloce e con le mani che con la bocca Mentre lui non puo` alzare la bocca con facilita` ,perche` io gl'infilo il mio cazzo su` e giu` , cioe` lo scopo in bocca .
Straziato mi sborra con abbondanza in bocca che risputo sui i coglioni e al cazzo che gia giaceva sulla sua pancia un po` affiacchito e ancora sborrando..
Mi giro rapidamente , gli slego le gambe , me le metto sulle mie spalle e gli schiaffo il cazzo sotto i cogliononi e con tutta la sua sborra se ne entra nel culo.
Assicuratomi che la capocchia sta dentro gli do` 7 o 8 speronate .
Ogni botta gridava "OH!!! OH!!!"
Ancora altri colpi potenti e gli sborro giu` in fondo al culo .
Mi rivesto , caccio il coltello e lui spalanca gli occhi impaurito . Taglio la corda che legava un braccio e me ne vado senza dire una parola .
Disgustato e confuso mi avvio verso casa . Quest'avventura da me tanto bramata e` stata l'accertamento che le donne sono quelle che mi piacciono .

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 36): 5.47 Commenti (13)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10