STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
scopata di gruppo nel camerinoL'amico del LiceoL'appuntamento.la dipendentemi bagno le mutandinePartiamo così..Laura83 e la squadra di calciola mia migliore amica =P
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

il mio desiderio 2°parte
Scritta da: ComeTiCerco (16)

Ho deciso che
indosserò un paio di panta neri con una camicia di cotone lucido nero
che mi dona molto. E sotto il reggiseno e le autoreggenti, con le mie
decolteè nere a tacco alto. Nient’altro. Dargli fiducia è il minimo,
visto che ho deciso di mettermi in gioco. Sono stranamente tranquilla
mentre mi preparo, sono certa che sarà una serata piena di incognite…
ma tutto questo mi fa sentire viva come non mi succedeva da troppo
tempo. ci dirigiamo verso casa sua. Vicino a lui mi sento in subbuglio… ma
devo ammettere che il suo modo di fare così rispettoso mi attrae
tantissimo. piano piano i nostri discorsi diventano più
intriganti… lui mi definisce una donna con la D maiuscola, gli piace
il mio modo di fare, e apprezza molto la fiducia che gli ho
dimostrato, ripetendo che non me ne pentirò.

Per aiutarlo a togliere i piatti mi alzo anche io e inavvertitamente
in cucina ci troviamo pericolosamente vicini… mi sento una mano sul
sedere, che mi fa rimanere immobile e senza fiato. Ohh… solo in quel
momento mi rendo conto di quanto ho desiderato e aspettato che
succedesse qualcosa… lui mi guarda negli occhi e dice sottovoce:
“niente slip e calze autoreggenti, brava!” il suo commento mi fa
arrossire. Mi sento profondamente troia per il fatto che lui abbia
scoperto le mie nudità… mi volta e mi prende tra le braccia
appoggiandomi con le spalle al muro. Inizia a baciarmi sempre più
intensamente mentre le sue mani percorrono ogni cm del mio corpo…
provo emozioni così intense che mi fanno rabbrividire!“ti va di
giocare?” annuisco senza parole, sono troppo presa dalle mie
trepidazioni. “e.. dimmi… lo sai cosa voglio da te?” annuisco ancora
una volta mentre le parole rimangono soffocate in gola. Ma lui mi
prega di dirglielo. “dovrai pregarmi di prendertelo… lo sai?” una
morsa mi chiude lo stomaco… ho desiderato e temuto questo momento da
quando siamo usciti a cena, ma in quell’istante era l’unico posto dove
sognavo di essere “ti prego…non pretendere da me cose che non posso
ripetere…” “si certo che lo pretendo, anzi esigo questo e molto altro
da te… sento il fuoco che hai dentro e la voglia che hai di essere
profondamente abusata! Ma dovrai fare senza eccezione come dico io,
queste sono le regole del mio gioco”

Ohh accidenti! Sento un vortice nel quale sto sprofondando… tuttavia
sto desiderando con tutta me stessa di essere sua… raccolgo il mio
coraggio e sussurro “fai quello che vuoi con me” “nooo! devi essere
brava, solo tre parole” mi sento il cuore in gola, sono eccitatissima
e intimidita, non vorrei assumermi quella responsabilità, tuttavia con
un filo di voce gli dico “ti prego metti il tuo cazzo nel mio culo”
“brava!” e continua a baciarmi e a esplorare il mio corpo, mi ha
sbottonato la camicetta e si è soffermato con le mani sul mio seno…
per un attimo ho temuto che non gli piacesse, è così piccolo e con i
capezzoli chiari… invece lui ha mormorato: “delizioso” mi sento in
subbuglio, ho il fiato corto, non so come comportarmi, ma sto
diventando impaziente, non mi sono mai piaciuti i preliminari lunghi
fatti di baci e carezze, sono sempre stata vogliosa di cazzo e il
sesso l’ho sempre desiderato molto carnale. Lui nota questa mia
insofferenza crescente, ma la ignora. Mi accompagna verso il divano e
si siede mentre mi dice di spogliarmi completamente, e di tenere solo
le calze. Sostenere il suo sguardo diventa difficile mentre faccio
come mi ha detto e le mie gambe tremano… Mi dice di sedermi sopra di
lui, ha ritrovato quel tono di voce così autoritario che mi mette
apprensione, ma mi eccita in modo pazzesco, faccio come mi dice, sono
soggiogata dal suo modo di fare, e il mio unico pensiero è che
finalmente mi inculerà! Mette le sue mani sul mio sedere e mi aiuta ad
avvicinarmi, mentre mi dice che me lo devo prendere… sospiro mentre
con le mani mi avvicino al suo membro che non ho ancora visto, lo
prendo e lo sento duro come il marmo… è grosso ma per fortuna non è
spaventoso, e cerco di avvicinarlo al mio buco, ma sto tremando.. non
mi sono mai sentita così affascinata e così agitata. “brava, mi piaci
così audace! continua” sto diventando più sicura di me stessa, voglio
sentirmelo dentro al più presto e così mi muovo in modo da farlo
scivolare dentro. Sono pronta ad accoglierlo, sono bagnatissima mentre
sento entrare la punta e rimango un attimo senza fiato per il dolore,
che subito viene sostituito da un delizioso senso di riempimento.
Finalmente!!! Il piacere è sublime, lui mi muove su e giù a suo
piacimento, dapprima lentamente, ma sempre un po’ più a fondo, e poi
improvvisamente mi attira di peso su di lui, me lo sento tutto dentro,
e mi sembra davvero di impazzire di piacere, pensavo che avrei urlato…
invece ho dato voce ai miei pensieri più intimi e irriverenti “ti
prego dimmi che sono brava, che sono la tua troia, dimmi che ti piace
mettere il tuo cazzo nel mio culo, che ti piace sbattermi e
sfondarmi.. dimmelo dai… ahh!” sento il suo fiato sulla mia schiena,
sta ansimando e capisco che anche per lui le emozioni sono intense… e
che quello che gli sto dicendo lo apprezza parecchio. Sottovoce mi
dice solamente che aveva capito subito la mia libidine profonda di
essere violata e la mia indole puttana. infine mi sento invadere da
una copiosa sborrata… e raggiungo un piacere tanto intenso che non
avevo mai conosciuto, mi sento scossa da un tremito che sembra
infinito e che mi lascia esausta. Mi abbandono di fianco a lui
sfinita, incapace di fare qualsiasi movimento… lui mi si avvicina e mi
guarda soddisfatto..”ora mi devi solo promettere che il culo lo potrò
prendere unicamente io e a mio piacimento… e deciderò io se sarà il
caso che un altro cazzo vi possa entrare”. Annuisco… Veramente avrei
accettato qualsiasi cosa in quelle condizioni, in quello stato di
piacere che solo dopo un orgasmo profondo si prova, ma in realtà non
ho ben capito a cosa si possa riferire…

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 91): 6.43 Commenti (11)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10