STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Quando uno e poco - prima partesorpresaUn preventivo pornograficoSolito sabato pomeriggioTropea,un tuffo nei miei 18 anniMarikaL'appuntamentoIn ufficio!!!
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

l'amico ginecologo e la mia ragazza
Scritta da: bobigno (1)

Salve a tutti, vorrei raccontare questa storia che è acaduta a me e alla mia ragazza unj paio di mesi fa. Siamo fidanzati da circa 5 anni, entrambi abbiamo 24 anni. La mia ragazza è una tipetta molto carina, capelli a caschetto neri lunghi fino alle spalle, carnagione chiara, bel viso e anche un bel fisico. Insomma è una bella ragazza, ma a causa del carattere un pò chiuso ed introverso non ha avuto altri ragazzi prima di me. Il sesso con lei va molto bene ad eccezione del fatto che si vergogna quando c'è luce e quindi io non posso ammirarla come vorrei. Fatto sta, che un paio di mesi fa avevamo appena finito di scopare quando mi accorgo che il preservativo era rimasto dentro di lei. Lei prova a levarselo ma non ci riesce perchè è finito troppo dentro. TRAGEDIA ! Lei incominciò a piangere e soprattutto non sapevamo come fare perchè di sabato notte la sua ginecologa l'avrebbe mandata a quel paese. Lei non faceva altro che ripetere che se fosse rimasta in cinta sarebbe stata la fine e che si doveva togliere quel coso da dentro e prendere la pillola del giorno dopo. Per avere la prescrizione della pillola però un altro casino perchè la guardia medica dalle mie parti è praticamente inesistente. Allora ci viene in mente che un amico comune 26 enne è laureato in medicina e da poco ha iniziato la specializzazione in ginecologia. Decidiamo di chiamarlo per chiedergli di prescriverci la pillola del giorno dopo. Lo chiamo, lui mi dice di passare da casa sua. Quando arriviamo a casa sua lui era solo in casa e ci fa sedere per spiegarci la situazione. Premetto che questo è un amico che conosciamo entrambi dall'inizio della nostra storia e in tutti questi anni ho sempre avuto l'impressione che gli piacesse a dir poco molto la mia ragazza. Lui dice che può prescrivere la pillola ma che il preservativo va assolutamente levato da dentro. A questo punto dice che lui è un ginecologo (è ancora al primo anno) e anche se non lo ha mai fatto prima, pensa che potrebbe riuscirci. Io non credevo alle mie orecchie ed inizialmente anche la mia ragazza era stupita della proposta. Lui però insiste sul fatto che il preservativo va levato altrimenti il rischio di concepimento aumenta. Fatto sta che nell'ansia del momento, frastornata dall'agitazione la mia ragazza dice di sì. io le chiedo se era impazziata ma lei mi dice che piuttosto che rimanere in cinta meglio accettare questa proposta. Ero incredulo. Il mio amico secondo me ce lo aveva duro un secondo dopo aver capito che poteva farcela ad ottenere quello che voleva. Fra l'altro, purtroppo l'ho saputo solo dopo, per varie ragioni che non sto qui a spiegare, lui non aveva ancora mai assistito un ginecolo durante il suo primo anno di specializzazione. Lui dice che la mia ragazza deve entrare nello studio (lui vive con i genitori ma quella sera erano fuori). Entrano e chiude la porta. Non ci credevo. Sento le voci e lui che le dice di non preoccuparsi, che è il suo lavoro, di non vergognarsi e tutte queste stronzate. Lei gli chiede di nuovo se è necessario farlo quella sera e non è possibile aspettare il lunedì la sua ginecologa. Lui ancora una volta insiste che aumenterebbe il rischio del concepimento. Lui le dice che può mantenere la gonna se si vergogna ma deve levarsi le mutandine. Io sentivo tutto. Non ce l'ho fatta e ho spiato dal buco della serratura. Ho visto lei che si leva le mutandine e rimane però ancora in gonna. Lui le dice allora di stendersi su un tavolo. Lei si stende. Lui allora si mette di fronte a lei e le dice di allargare le gambe.....e lei lo fa!! Non ci credevo e secondo me nemmeno lui ! Vedevo la fica della mia ragazza, il leggero pelo nero sulla carnagione chiara e le labbra grosse, la vedevo come non l'avevo mai vista. Ma soprattutto vedevo quella merda del mio amico a 5 cm dalla fica della mia ragazza, lei con la gonna un pò alzata e le gambe divaricate ! Io avevo sempre scopato al buio e sto stronzo che per anni aveva sognato di vedere anche solo le mutandine della mia ragazza ora le contemplava la fica. Poi le mette un dito dentro e prova toglierle il preservativo. Avvicina anche un lume per vedere meglio !! Io ero eccittato ma incazzatissimo. Lui allora le dice che non riesce a levarlo perchè è finito in profondita e che potrebbe riuscirci se lei si fosse girata e lui avrebbe provato da dietro perchè così era più facile andare in profondità. Lei gli dice di no. Lui dice ok, ma così sarebbe stato peggio per lei. Lei scende dal tavolo, meno male penso io, poi però si mette a piangere e dice ok. Io ero sempre più incredulo. Volevo entrare e fare qualcosa ma se lo avessi fatto lei non avrebbe parlato per ilr esto della mia vita. Lei risale sul tavolo, lui le dice di mettersi a carponi ( a pecora direi io, ma lui faceva finta di usare un linguaggio professionale) e di rialzarsi la gonna e di allargare le gambe. Lei lo fa. Io vedo tutto. Vedo lui a pochi centimetri dal culo della mia ragazza. Vedo il suo culo bianco e morbido come non lo avevo mai visto, le labbra della sua fica nera viste da dietro. Lui infila un dito non prima di aver bene contemplato quello spettacolo e finalmente tira fuori il preservativo. Lei scende dal tavolo, si rimette le mutandine, io mi rivado a sedere. Dopo pochi secondi escono. Lei ha gli occhi umidi delle lacrime. Salutiamo il tipo e ce ne andiamo.
Ora non posso fare a meno di pensare alle seghe che il nostro amico (chiamiamolo così, ma di certo non lo è più) si sta facendo ripensando alla mia ragazza a gambe aperte, alla fica che aveva tante volte sognato e a quel bel culo che da anni ammirava ma sotto i jeans e che ora ha visto come nemmeno io avevo potuto fare. E la mia ragazza dice che è pure colpa mia, che io non stato attento, che non dovevo farlo rimanere dentro, e si incazza quando io parlo della "visita" che le ha fatto il tipo. Sono incredulo ma mi eccito e mi incazzo ogni giorno quando ci ripenso.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 71): 4.99 Commenti (11)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10