STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
narcisola moglie del mio amico.....Voglia improvvisaSauna di sessoLa visita di mia cognata.8LUNGHE ORE...SORELLA AMANTEL'uomo del bar
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

la puttana francese
E’ la prima volta che racconto una mia avventura sessuale…anche perché, lo confesso, non è che mi capitino grandi cose quotidianamente… quel che mi è successo però è stato così eccitante e porco che ho subito sentito il bisogno di raccontarlo, sperando di fare un piacere a tutti.
Una premessa: sono un ragazzo normale, non sono un gran figo…passabile diciamo…però sono molto alto e madre natura mi ha regalato un gran bel cazzo, sui 22 cm, molto largo, leggermente a “banana”. Di solito ho storie serie e le vere e proprio scopate con sconosciute mai più riviste sono state assai poche. Ecco una di queste.
Qualche giorno fa mi sono recato a New York per lavoro. Il volo di ritorno era un New-York Parigi (poi avrei fatto un Parigi-Bologna). Mi ero scelto un posto in aereo, fra i pochi disponibili, in modo da poter allungare almeno una gamba sul corridoio…in pratica il posto interno della fila di 3 posti laterale…certo avrei dovuto alzarmi ogni volta che i 2 seduti accanto a me avessero voluto andare in bagno…ma poco importava.
Accanto a me si siede una coppietta di francesini… lui al finestrino, lei tra lui e me. All’inizio non li guardo bene. I due però si addormentano subito dopo il decollo ed ho tempo di osservarli un po’…lui un tipo occhialuto e un po’ rachitico…un po’ nerd insomma…sui 30… lei invece sembra più giovane… non molto appariscente, capelli raccolti e occhiali…però il viso è molto bello, sembra la tipica ragazza della cui bellezza ti accorgi solo quando si scioglie i capelli e si leva gli occhiali. Sembra una coppia tranquilla e cerco di dormire un po’.
Non ci riesco… e dopo un po’ anche la ragazza si sveglia…lui invece dorme come un ghiro, mascherina sugli occhi e tappi per le orecchie. Lei si mette a leggere, e dopo poco mi chiede di farla passare, molto gentilmente…mi alzo e quando mi passa vicino mi accorgo di che pezzo di figa sia in realtà…il fisico, sull’1.75, è perfetto (soprattutto il culetto nei jeans strettissimi), il viso si conferma bellissimo come da prima impressione…inoltre non avevo notato gli occhi verdi, che su capelli neri a me fa impazzire. Appena tornata e rimessasi a sedere comincia a dirmi “scusa scusa” (in inglese) “mi sono scordata, scusa”. Faccio il gesto di rialzarmi per farla passare ma lei mi dice di star fermo e riesce a passare nello spazio tra me (con gambe messe di lato) e il sedile…un spazio di circa di 20 cm che mi permette di ammirare alla perfezione il culetto di cui dicevo, che passa a circa 5 cm dal mio viso. Non sono l’unico estasiato dal culetto e difatti quello nella fila accanto, un americano sui 40, mi guarda e mi fa capire che anche lui ha ammirato lo spettacolo. Il viaggio si prospetta interessante.
Lei torna tutta sorrisi per me, mi chiede scusa 1000 volte, e facciamo un po’ di conversazione (mi racconta la sua vacanza a new york), poi servono la cena e anche il suo ragazzo si sveglia, purtroppo. Per fortuna dopo cena spengono le luci, del resto è un notturno e quando arriveremo sarà mattina…lui non ci pensa 2 volte, da un bacetto a lei, tappi, mascherina e si riaddormenta.
Lei invece è completamente sveglia e sembra aver molta voglia di chiacchierare…io mi rassegno a fare un volo di chiacchere ma lei sembra simpatica per cui non accenno nemmeno alla mia voglia di dormire…e per fortuna!
Lei sembra in vena di confessioni…mi parla malino del suo ragazzo…dice che dorme sempre, è moscio, non fa mai nulla a parte studiare e che convincerlo a fare una vacanza è stata un impresa… dopo un po’ mi fa capire che la cosa funziona nello stesso modo per quanto riguarda il sesso….
Lei, mettendomi sempre più in imbarazzo mi racconta di un suo ex italiano, e di come lui invece se la scopasse per bene (non i questi termini) e che con gli altri suoi 2 ragazzi francesi non era stato per niente così…io cerco di farle capire che non è una questione di nazionalità e che semplicemente è stata sfortunata con i francesi…. Lei invece è convintissima che gli italiani siano sempre arrapati e mi sfida a dire che io non lo sono…mi fa domande “ma a te quanto piace il sesso?/ quanto spesso lo fai con la tua ragazza?” etc.. Io confesso che in effetti mi fa impazzire e lo farei in continuazione, anche se al momento sono single.
A questo punto lei si butta e dice “I bet you have a big cock…because you are vary tall and you have very big hands”…io, basito, divento rosso paonazzo….lei ride come una pazza e dice “ho indovinato ehhh, si, è vero!!!!”. E’ fatta, lei ha avuto le informazioni che voleva…sono single, arrapatissimo e cazzuto…nel buio della cabina mi mette una mano tra le gambe. Io mi guardo intorno ma è molto buio ed è praticamente impossibile che qualcuno ci veda…ovviamente mi viene di marmo e lei lo sente…mi fa una specie di sega attraverso i pantaloni… ma è evidente che non le basta…
Io continuo a guardare verso il suo ragazzo ma lei mi dice di star tranquillo che quello dorme e non sente ne vede nulla…io era un po’ che non venivo e sento che se continua a segarmi mi fa fare una schifezza nelle mutande per cui la fermo, ma lei non ne vuole sapere e propone di andare in bagno. Mi chiede se ho preservativi ma io non ne ho…però ho la tessera di donatore di sangue e gliela mostro.
Andiamo in bagno, un microscopico bagno dove già entro male da solo: lei si siede sulla tazza del cesso e me lo tira fuori. Dopo avermi fatto i complimenti comincia a succhiarmelo ed a toccarsi…inutile dire che dopo 30 secondi vengo, lei mi chiede di venirle direttamente in bocca per non sporcarle viso o vestiti ed io eseguo, un fiume di sborra le riempie la bocca, lei è felice e la tiene un po’ in bocca mostrandomela piena di sperma bianco.
Poi ne sputa un po’ nel lavandino e un po’ se la sputa su una mano…io non capisco ma subito mi dice che vuole che la scopi, ma non in fica, perché non prende la pillola, ma nel culo, sì quel culetto fantastico di cui vi dicevo…si è sputata un po’ di sborra sulla mano perché vuole usarla…come lubrificante! Del resto non avevamo altro e considerando il culetto minuscolo che aveva senza un qualche tipo di lubrificante sarebbe stato impossibile…
Detto fatto, si mette due o 3 dita dentro, sparge di sborra il culetto... poi con le mani e la bocca me lo fa rivenire duro e si gira…con qualche difficoltà (visto che eravamo nello strettissimo) riesco a metterglielo dentro, lei si masturba furiosamente e mi dice che vuole che la sbatta fortissimo e non importa se vengo subito di nuovo.
Io eseguo gli ordine di questa puttana francese, la sbatto tanto che ad un certo punto le faccio anche male, facendola sbattere nella parete del bagnetto, ma lei mi dice di non fermarmi e che vuole sentire la sborra dentro…dopo altri 5 minuti ri-sborro. Lei tutta contenta si gira e me lo pulisce, poi mi ordina di uscire e rimane da sola nel bagnetto.
Tornati al nostro posto, lei si addormenta subito…io incredulo rimango con gli occhi pallati tutto il viaggio…verso la fine del volo lei mi passa una bustina, che più tardi scoprirò contenere le mutandine che aveva addosso mentre l’ho scopata con numero di telefono scritto a penna sopra. Che dite…la chiamo?

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 211): 7.12 Commenti (19)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10